Novità di marzo

51ogqikpvtl-_sx371_bo1204203200_
Acquista il libro

È iniziato un nuovo mese e sono andata alla ricerca di nuovi personaggi da invitare nel mio Club.

Chi mi segue sui social già sa che ho una passione per il libro che fa da copertina a questo pezzo. Storie della buonanotte per bambine ribelli (Mondadori, 2017) è un gioiello da avere, conservare e tramandare: cento brevi racconti di cento donne straordinarie, cento vite che hanno fatto la differenza. Ne cito alcune: le sorelle Brontë, Rita Levi Montalcini, Serena Williams, Michelle Obama e così via. Accompagnano le storie dei bellissimi ritratti realizzati da sessanta illustratrici di tutto il mondo. Aggiunge valore al libro il fatto che sia stato realizzato attraverso una raccolta fondi che ha raggiunto una cifra record: questo volume, infatti, è il libro più finanziato nella storia del crowdfunding. Ringraziamo, quindi, Elena Favilli e Francesca Cavallo per averci regalato questa opera indimenticabile che, sia chiaro, non è un piacere da leggere solo per le bambine.
Dovrò quindi darmi da fare per inserire fra i soci del club ben cento personaggi straordinari che entrano di diritto nel Club.

Passiamo a Fazi Editore: oltre a Slumberland (di cui abbiamo già parlato) uscito il 2 marzo, questo mese ci propone, fra le altre cose, il ritorno dell’investigatore Nestor Burma in Il boulevard delle ossa di Léo Malet. Un nuovo caso per questo affascinante personaggio che, questa volta, se la dovrà vedere con la malavita cinese e un giro di prostituzione russa.

Restiamo sempre in tema noir, ma anziché andare oltralpe ci fermiamo a Milano: per la categoria dei miei “prodotti locali” è uscito per Fratelli Frilli Editori Milano fa paura la 90, di Besola-Ferrari-Gallone, il Trio del Giallo all’Italiana. Una scia di cadaveri uccisi in modo bizzarro rende macabro il carnevale del 1976: la realtà si confonde fra vampiri e mummie, sono veri omicidi o mascherate?

Ho scoperto da poco la casa editrice Iperborea e seguo con piacere le sue novità: il 17 marzo uscirà La ricetta del dottor Wasser l’ultimo romanzo di Lars Gustafsson, recentemente scomparso, “filosofo alle prese con il giocattolo della letteratura”, come si definiva lui stesso. Un viaggio attraverso le infinite identità che il dottor Wasser compie alla ricerca della libertà, diventando un impostore spudorato, ma allo stesso tempo creativo e brillante da trasformare la menzogna in arte eroica. Ottime credenziali per entrare a far parte del Club.

Non può mancare poi un bel thriller: è uscito per Newton Compton Editori Non dirmi bugie di Rena Olsen, un romanzo avvincente e inquietante. Clara si ritrova all’improvviso degli uomini armati in casa che fanno irruzione per arrestare il marito accusato di aver commesso crimini atroci. La sua vita viene messa in discussione: mentre analizza il suo passato Clara capisce che la realtà che ha vissuto fino a quel momento non era così scontata.

Concludiamo questa breve rassegna delle novità con Garzanti e La fragilità delle certezze, di Raffaella Silvestri. È la storia di Anna e Teo, due anime opposte che si conoscono e diventano soci in affari avviando un’attività di successo. Inizia così la loro personale battaglia contro il tracollo finanziario ed è qui che si inserisce nella finzione anche la realtà della storia italiana, con la crisi economica e sociale di una generazione che combatte tra rassegnazione e speranza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *