Geeko Editor: un salotto letterario 2.0

Fino al 16 aprile è attiva la campagna di crowdfunding su Eppela

Ho conosciuto Geeko Editor per caso: vagavo sui social e ho iniziato a seguirli, lo ammetto, distrattamente dando, però, anche un occhio al loro sito dove scopro, questa volta con più attenzione, il loro progetto d’impresa nell’ambito dell’editoria digitale.

Poi un giorno mi scrive Alba e mi presenta meglio questa idea di salotto letterario 2.0 e capisco che, dietro, c’è tanto lavoro, ma soprattutto tanta passione e tanta voglia di crederci da parte delle tre menti: Alba Grazioli, editor e web designer, Lidia Verdone, grafica, e Fabio Antinucci, responsabile della comunicazione. Per questo ho deciso di fare un salto su Eppela a dare il mio contributo affinché si possa dare vita a questo salotto dedicato agli appassionati di lettura, scrittura e aspiranti tali.

Geeko Editor consiste nella creazione di una piattaforma virtuale che sarà una casa editrice digitale e, allo stesso tempo, una community social dedicata a lettori e scrittori. Un luogo aperto a tutti gli amanti della cultura e delle nuove tecnologie, in cui leggere e creare storie, confrontarsi con lettori, autori e professionisti del mondo editoriale: un salotto letterario ai tempi dell’era digitale.

L’obiettivo è rinnovare il settore editoriale grazie agli strumenti comunicativi del web 2.0, in modo da tutelare l’autore e la qualità letteraria delle opere pubblicate, ma anche per dare voce alle community di lettori e scrittori e coinvolgere un pubblico giovane e “digital friendly”. La selezione delle opere da pubblicare avverrà seguendo un iter innovativo e si baserà su due fasi successive: una selezione preliminare da parte del team redazionale e una seconda fase di selezione che prevede il coinvolgimento della community, che potrà votare le opere preferite e scegliere quelle che saranno pubblicate in formato e-book. In questo modo la community deciderà insieme alla redazione la linea editoriale della casa editrice, in un processo interattivo e collaborativo.
Gli e-book pubblicati (senza alcun contributo economico da parte dell’autore) riceveranno tutti i servizi di una casa editrice tradizionale: editing, progettazione grafica e promozione. Geeko Editor, inoltre, offrirà servizi professionali a chiunque ne faccia richiesta, come consulenze letterarie, creazioni grafiche, content marketing, realizzazione e gestione di siti e blog per autori.

All’interno della piattaforma ci sarà uno spazio “social” attraverso cui i lettori e gli scrittori potranno interagire tra loro. Ogni iscritto avrà a disposizione un profilo personale con uno spazio nel quale inserire i propri racconti, una biblioteca dei libri letti e la possibilità di gestire un blog letterario. Il tutto con l’obiettivo di costruire una costante discussione sulla scrittura e sulla lettura e permettere l’autopromozione e la nascita di collaborazioni. Periodicamente saranno organizzati concorsi letterari, che avranno lo scopo di coinvolgere la community e di incentivare gli scrittori a mettersi in gioco e farsi conoscere.

Non vi sembra una figata?
A me lo sembra proprio ed è per questo che ho voluto saperne ancora di più e ho ricontattato Alba per scambiare due chiacchiere virtuali: dalla nostra conversazione è emerso, come mi aspettavo, tutto il suo entusiasmo contagioso.

Da cosa è nata la vostra idea?

“L’idea di Geeko Editor è nata duranti gli anni dell’università. Da sempre appassionata lettrice e scrittrice, il mio sogno era lavorare in ambito editoriale, a contatto con autori e storie. Analizzando il panorama editoriale italiano, però, ho notato due realtà ben radicate e contrastanti: da una parte un’editoria tradizionale forte, solida sul mercato, ma poco aperta ai nuovi autori e al confronto con i lettori; invece, dall’altra parte, tante piattaforme di autopubblicazione e iniziative di lettura e scrittura “dal basso”, che però rischiavano di perdersi nell’immensità della rete, senza trovare un adeguato “spazio” di promozione. Ho pensato che nello scenario editoriale italiano mancasse un luogo di incontro tra le diverse esigenze di lettori, editori e scrittori. Da lì mi è venuta l’idea: creare una casa editrice digitale che fosse in grado di garantire tutti i servizi “tradizionali” per i nuovi autori, ma che diventasse anche uno spazio di confronto e collaborazione tra autori, lettori e redazione”.

Come vi siete conosciuti?

“Avevo questa idea in mente, la voglia di realizzarla e la consapevolezza che per farlo avrei dovuto collaborare con altri ragazzi appassionati e “visionari”. L’anno scorso, durante un corso di web design, ho conosciuto una ragazza creativa, propositiva, amante della cultura e un po’ pazza come me, Lidia. Siamo andate subito molto d’accordo e le ho proposto di collaborare a Geeko Editor: si è dimostrata entusiasta e ha da subito lavorato sodo per arricchire il progetto con le sue molteplici idee. Ho conosciuto Fabio, invece, attraverso un gruppo di Facebook dedicato all’innovazione. Mi hanno colpito le sue capacità di scrittura, la sua spontaneità e la sua professionalità, così gli ho proposto di unirsi a me e Lidia. Anche lui ha dimostrato fin da subito interesse e voglia di contribuire allo sviluppo di Geeko Editor. E così è nato il nostro gruppo!”.

Perché la scelta del nome Geeko Editor?

“Il nome che abbiamo scelto per il nostro progetto riflette la nostra fiducia nelle potenzialità che gli strumenti del web 2.0 forniscono alla cultura.
La parola “Geeko” è un incrocio del termine geek, che si riferisce a tutti gli appassionati di tecnologia e nuove comunicazioni, e di “geco”, un animale che simboleggia la capacità di adattarsi ai cambiamenti; la parola “Editor”, oltre a fare riferimento al mondo dell’editoria, richiama anche l’editor di testi utilizzato per scrivere e recensire: in questo modo abbiamo voluto mettere in luce la natura collaborativa del processo di creazione culturale”.

Se, come me (e come Alba, Lidia e Fabio) siete amanti dei libri, dei processi creativi, della condivisione delle idee, dell’innovazione, delle potenzialità che il mondo digitale può offrire alla cultura, fatevi un giro su Geeko Editor, sul blog, sui loro profili social o, magari, direttamente sulla pagina Eppela dedicata al progetto dove troverete la descrizione dettagliata del progetto e guardare il video di presentazione.

Tutti coloro che crederanno nel progetto e che contribuiranno alla sua realizzazione, anche solo con una piccola donazione, entreranno a far parte fin da subito della comunità di appassionati, ricevendo anteprime e partecipando ad alcune decisioni sul layout e la struttura del sito. Inoltre riceveranno delle ricompense in cambio della loro fiducia, come segnalibri letterari, portachiavi e agendine, ma anche servizi professionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *