La libertà di tutte le donne del nuovo millennio

In occasione della Festa della Liberazione oggi vi consiglio una novità di Minimum fax che parla di libertà. Un concetto che, seppur relativo alle sole donne e a un periodo storico completamente diverso, è di grande attualità per questa ricorrenza perché viene ancora troppo spesso dato per scontato.

Libere tutte. Dall’aborto al velo, donne nel nuovo millennio è un saggio sul femminismo di Cecilia D’Elia e Giorgia Serughetti. Ma c’è davvero ancora bisogno del femminismo? Penso di sì. Questa parola, che alcuni hanno archiviato troppo presto, ritrova oggi il suo significato di battaglia per la libertà.

Dalla Polonia agli Stati Uniti di Trump, la libertà di scelta sull’aborto è sotto attacco. In tutto il pianeta la violenza di genere fa le sue vittime, portando le donne di nuovo nelle piazze. Su temi vivi e controversi che riguardano i corpi femminili (la prostituzione, la gestazione per altri, l’uso del velo islamico) si diffonde la tentazione di risposte repressive e punitive.

Il femminismo del Novecento ha prodotto un cambiamento irreversibile, ma nel nuovo millennio le lotte delle donne non sono finite. La libertà femminile vive nel mondo, ma si scontra con resistenze e paternalismi di ogni sorta. Come riconoscere, difendere e promuovere l’autodeterminazione in un tempo in cui l’avanzata di forze conservatrici e integraliste mira a controllare la sessualità delle donne e la riproduzione, mentre il mercato cerca di trarne profitto? Sì, c’è ancora bisogno di femminismo. Per tutte le donne. E per tutti gli uomini che vogliono camminare con loro. Da leggere.

Prezzo di copertina: 15 Euro (scontato a 12,75).

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *