Benjamin Malaussène è tornato

“Mi hanno mentito” è il primo volume del nuovo romanzo di Daniel Pennac

Oggi è il grande giorno: il capro espiatorio di professione più amato dai lettori è tornato in libreria. Esce, infatti, per Feltrinelli (finalmente, oserei aggiungere) un nuovo capitolo della saga di Belleville di Daniel Pennac incentrata sulla vita del mitico Benjamin Malaussène.

“Il caso Malaussène” è il titolo del nuovo romanzo diviso in due volumi: il primo “Mi hanno mentito” lo trovate in libreria proprio a partire da adesso. Erano circa vent’anni che si aspettava questo momento quando “La passione secondo Thérèse” mise fine alla serie. Roba da farsi trovare stamattina all’alba impazienti davanti alle librerie con le serrande ancora abbassate.

E sono passati vent’anni anche per i personaggi che ritroviamo invecchiati. Benjamin ce li presenta così:

La mia sorellina minore Verdun è nata che già urlava ne La fata carabina, mio nipote È Un Angelo è nato orfano ne La prosivendola, mio figlio Signor Malaussène è nato da due madri nel romanzo che porta il suo nome e mia nipote Maracuja è nata da due padri ne La passione secondo Thérèse. E ora li ritroviamo adulti in un mondo che più esplosivo non si può, dove si mitraglia a tutto andare, dove qualcuno rapisce l’uomo d’affari Georges Lapietà, dove Polizia e Giustizia procedono mano nella mano senza perdere un’occasione per farsi lo sgambetto, dove la Regina Zabo, editrice accorta, regna sul suo gregge di scrittori fissati con la verità vera proprio quando tutti mentono a tutti.
Tutti tranne me, ovviamente. Io, tanto per cambiare, mi becco le solite mazzate.

Daniel Pennac ci fa così un bellissimo regalo dopo il pugno in faccia del maggio 1997 quando, al Salone del Libro di Torino, annunciò che non avrebbe più scritto niente su Malaussène. Invece, dopo due decenni di sofferenza, una bella coincidenza vuole che Feltrinelli faccia uscire Il caso Malaussène proprio lo stesso giorno in cui viene presentato ufficialmente il programma definitivo dell’appuntamento torinese.

Correte in libreria quindi. O, se preferite, correte al Salone del Libro di Torino dal 18 al 22 maggio a farvi un giro, fra gli altri, anche allo stand di Feltrinelli. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *