Cosa leggeremo a settembre?

Prepariamo lo spazio sul comodino, togliamo la polvere dalle mensole per fare posto ai prossimi acquisti e sistemiamoci sul divano con la copertina e una tazza di tè (sperando che finisca il caldo… ): settembre sarà un mese ricco di nuove uscite in libreria. Ecco alcuni consigli che credo porteranno nel Club tanti nuovi personaggi.

Fazi Editore sarà la mia rovina perché nello stesso mese ha deciso di far uscire due romanzi che dovrò inevitabilmente acquistare: prima di tutto Augustus di John E. Williams, autore del meraviglioso Stoner, che uscirà nella nuova traduzione di Stefano Tummolini: uscito per la prima volta nel 1972 ottenne il National Book Award nel 1973 ed è certamente una lettura imperdibile per chi ama la letteratura americana contemporanea (e la scrittura sublime di Williams). Data di uscita: 7 settembre.
Il 18 settembre sarà invece la data X per tutti gli amanti della saga dei Cazalet di Elizabeth J. Howard: uscirà, infatti, il quinto e ultimo capitolo intitolato Tutto cambia. Dopo Gli anni della leggerezza (2015), Il tempo dell’attesa (2016), Confusione (2016) e Allontanarsi (2017), per tutti noi appassionati della storia di questa famiglia inglese, iniziata alla vigilia dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale, sarà il momento di ritrovarli negli anni Cinquanta e, purtroppo, di salutarli e ringraziarli per averci accompagnato in questi mesi.

Il 7 settembre sarà anche la data di uscita per Minimum Fax di Una vita non mia di Oliva Sudjic, un romanzo intrigante che affronta il problema dei legami tormentosi che si instaurano nell’era dominata dal digitale.
Sempre per Minimum fax nella stessa data troveremo in libreria Polvere di stelle di Simon Reynolds che, dopo Retromania. Musica, cultura pop e la nostra ossessione per il passato, ripercorre questa volta “il Glam Rock dalle origini ai giorni nostri”. Un’ottima occasione anche per apprezzare la bellezza della nuova grafica della casa editrice: copertina super.

Per Feltrinelli è uscito il 31 agosto, ma ne sentiremo parlare sicuramente per tutto settembre, Il settimo giorno di Yu Hua che il 10 settembre chiuderà il Festival della Letteratura di Mantova. Un viaggio di sette giorni nell’aldilà, una critica alla Cina contemporanea, un romanzo con un incipit memorabile: “La mia cremazione era fissata per le nove e mezza”.

Il 29 settembre troveremo in libreria I soldati delle parole di Frank Westerman, edizioni Iperborea,  un saggio appassionato e rigoroso con il quale l’autore analizza i cambiamenti che, a partire dagli anni ’70, hanno interessato il terrorismo moderno: nel suo saggio l’autore racconta gli incontri con esperti di terrorismo a Parigi, con un poeta ex-dirottatore di treni, la sua partecipazione come ostaggio a un’esercitazione di sicurezza all’aeroporto di Schiphol e a un corso per negoziatori delle Forze Speciali della Polizia olandese. Un punto di vista senza dubbio particolare grazie al quale possiamo provare a capire cosa sta succedendo intorno a noi.
Sempre per Iperborea è uscito da qualche giorno Bagliori a San Pietroburgo, di Jan Brokken, un viaggio nella storia di San Pietroburgo attraverso gli occhi di artisti, filosofi, intellettuali e poeti, scritto in occasione del centenario della Rivoluzione d’Ottobre.

Questo importante anniversario non passerà inosservato nei prossimi mesi del 2017, sarà quindi l’occasione per raccontare ai nostri ragazzi cosa successe nel 1917:  Istos edizioni presenterà a PordenoneLegge (13-17 settembre) “La stella rossa di Ivan”, terzo volume della collana Rivoluzioni realizzata con l’intento di spiegare ai giovani le rivoluzioni che hanno segnato la nostra storia (il primo volume è dedicato alla Rivoluzione Francese, il secondo alla Rivoluzione messicana). Scritto da Janna Carioli e illustrato da Otto Gabos, “La stella rossa di Ivan” narra di come le idee della rivoluzione d’Ottobre arrivino nei villaggi più sperduti e spronino Ivan, giovane figlio di contadini, a fuggire da casa: sul treno che lo porta verso la capitale, oltre a Nina, una ragazzina ebrea la cui famiglia è stata sterminata in un pogrom delle Guardie Bianche, incontra un marinaio dell’Aurora che ha partecipato ai giorni convulsi dell’assalto al Palazzo d’Inverno. Giunto a Mosca, incrocia Lenin e Stalin. Ma non sono loro a fargli comprendere il senso del cambiamento portato dalla Rivoluzione. Sono invece le voci di artisti come Majakoskji, Pasternak, Eisenstein, Rodcenko a cambiarlo nel profondo e a fargli scoprire, dentro di sé, cosa significhi essere davvero rivoluzionari.
Se ancora non conoscete Istos edizioni date un’occhiata ai casi del commissario Palmas o a Che paura la paura, per i lettori più piccoli.

Per passare a letture più leggere e romantiche Newton Compton Editori ci propone due romanzi dedicati al potere dei libri: Aspettami fino all’ultima pagina, di Sophia Rhei, è uscito in ebook il 24 agosto e in edizione cartacea il 31 agosto. I libri possono avere un effetto terapeutico e curare le delusioni d’amore? Silvia, la protagonista di questa storia, proverà anche questa per riuscire a superare il fallimento della sua storia con Alain.
Anche in Una piccola libreria molto speciale di Ellen Berry (uscito anche questo il 31 agosto) la protagonista, Della, deve lasciarsi alle spalle la fine del suo matrimonio e ci proverà aprendo una libreria nella quale condividere con la sua clientela i libri di cucina ricevuti in eredità dalla madre.

Avete preso appunti? Fatemi sapere cosa leggerete questo autunno. Buone letture!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *