Il Book Pride arriva a Genova

Che impegni avete dal 20 al 22 ottobre? A Palazzo Ducale di Genova c’è il Book Pride, fiera nazionale dell’editoria indipendente (organizzata da ODEI – Osservatorio degli Editori Indipendente) che, oltre alla terza edizione milanese che si è svolta la scorsa primavera, sbarca adesso nel capoluogo ligure.

Finalmente, aggiungerei, visto che sono di parte e, per una volta, gioco in casa. Sono orgogliosa quindi che la tappa genovese rappresenti il primo appuntamento del viaggio di Book Pride per l’Italia.

Book Pride in tour vuole promuovere la lettura e dare visibilità all’editoria indipendente in altre città che affianchino l’importante esperienza di Milano, che riscuote di anno in anno maggiore successo di partecipazione e che è ormai diventata un momento fondamentale di scambio e confronto per gli operatori del settore.

Gli espositori

Tanti, tantissimi e fa piacere constatare che non ci sono solo Torino (imbattibile) e Milano ad attirare l’attenzione degli editori e dei lettori, altrimenti non ci sarebbero oltre 70 case editrici presenti a testimoniare l’eccellenza dell’editoria di progetto in Italia.

Da Sellerio a e/o, da Fazi a Minimum Fax, con la partecipazione di realtà prestigiose come Nottetempo, Marcos Y Marcos, NN, Iperborea, 66thand2nd, L’Orma, Nutrimenti, Sur, Atlantide, Voland, Tsunami, ObarraO, Mimesis, Lindau, La Nuova Frontiera, Emons, Clichy, Archinto, Edizioni Black Coffee e molti altri.

Presente inoltre un’importante rappresentanza dell’editoria ligure, oltre alla collaborazione delle librerie indipendenti del territorio: L’Amico Ritrovato e L’Albero Delle Lettere, e con Alleanza delle Cooperative e il Premio Andersen.

Il programma

Ci saranno più di 100 eventi, con presentazioni, incontri con gli autori e dibattiti.

Fra gli incontri organizzati direttamente da BOOK PRIDE, da segnalare Sessanta anni di storie europee: isole, mari, nazioni, movimenti con presente, fra gli altri, David Sassoli, Vicepresidente del Parlamento Europeo; Sconfinamenti, Esperienze sul campo e riflessioni sul fenomeno migratorio con Domenico Quirico e Danilo De Biasio; un approfondimento sui silent book, i libri senza parole, a cura della rivista Andersen; Maestre di scrittura. Jane Austen e Mary Shelley, due secoli di grandezza, un tributo a due maestre di scrittura che sono entrate a far parte del canone e dell’immaginario occidentale come capostipiti di due generi letterari, Jane Austen, scomparsa nel 1817, e Mary Shelley che in quello stesso anno, diciannovenne, inventa il primo essere non nato da una donna della storia della letteratura: il mostro fabbricato dal dottor Frankenstein.

Gli ospiti

Numerosi gli ospiti confermati presenti a Palazzo Ducale, a me è bastato leggere Francesco Muzzopappa e Leonardo Bianchi per farmi andare nel panico: meglio sabato o domenica? O forse meglio venerdì, sabato E domenica?

Questa la carrellata dei protagonisti: lo scrittore, sceneggiatore e attore Antonio Manzini, padre dell’amato vicequestore Rocco Schiavone, il protagonista della famosa serie di gialli approdati anche sul piccolo schermo (Sellerio); l’autore irlandese Paul Lynch che torna in Italia con il caso letterario Cielo rosso al mattino (66th and 2nd); Elisabetta Villaggio, figlia dell’attore e scrittore genovese recentemente scomparso, a cui sarà dedicato un omaggio; la scrittrice sarda Milena Agus con il suo Terre promesse (Nottetempo); Marco Malvaldi (Sellerio), celebre scrittore pisano e autore della serie di romanzi dedicati al BarLume; la filosofa e ricercatrice Nicla Vassallo (Mimesis); il poliedrico artista Pippo Delbono; il saggista, attivista, scrittore e critico cinematografico Goffredo FofiPiero Dorfles, giornalista e critico letterario noto al grande pubblico per la sua partecipazione al programma di Rai 3 Per un pugno di libriPier Vittorio Buffa, Franco Manzitti e Carlo Repetti, autori di Non volevo morire così, una spoon river tra Santo Stefano e Ventotene (Nutrimenti); Leonardo Bianchi, giornalista e blogger, news editor di VICE Italia, che presenta La gente: ritratto di un paese (Minimum Fax); il camerunense Max Lobe, autore de La trinità Bantu, un romanzo surreale e ironico sulla discriminazione e la solidarietà, che mostra una Svizzera inedita e impietosa (66thand2nd); il giallista Giampaolo Simi con La ragazza sbagliata, la storia di una assassina e del suo grande accusatore (Sellerio); Alessandro Curioni, uno dei maggiori esperti di cybersicurezza in Italia, autore con la figlia Bianca di Questa casa non è un hashtag, manuale dedicato al tema della sicurezza su Internet e ai pericoli del web, che spiega in modo divertente come unire il meglio delle due visioni – quella degli adulti e quella dei ragazzi – per affrontare responsabilmente gli sconfinati mari del web (Mimesis); Francesco Muzzopappa con il suo nuovo romanzo Dente per dente (Fazi); Alberto Saibene, autore e regista, che racconta L’Italia di Adriano Olivetti (Edizioni di Comunità); Demetrio Paolin con il suo secondo romanzo Conforme alla Gloria (Voland), e molti altri.

Anche i bambini possono entrare

Non mancheranno ovviamente le iniziative per i piccoli e giovani lettori. Book Young, curato dalla libreria di Genova L’Albero Delle Lettere con la collaborazione del Premio Andersen e con la presenza di alcune tra le più qualificate case editrici per bambini, come Lapis, Babalibri, Gallucci, Castoro, Carthusia, Picarona, Terre di Mezzo, che propone un programma di incontri e di laboratori gratuiti per bambini (su prenotazione, fino a esaurimento posti); tra questi Storie in tutti i sensi, per imparare a costruire un libro tattile e sonoro, o Filosofiacoibambini, un laboratorio per allenare l’immaginazione, il pensiero ed esplorare le ricchezze e possibilità del linguaggio.

____________________________________________________________________________________________

INFORMAZIONI

Sfoglia il programma: www.bookpride.net

Orario: 10.00-21.00

Ingresso: libero

Sede: Palazzo Ducale – Piazza Giacomo Matteotti, 9, Genova

____________________________________________________________________________________________

Crediti immagini Book Pride: Emanuel Balbinot e Alessia Zampieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *