Ritratto di dama, di Giorgia Penzo

ritrattodidama
“Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po’ per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro”.

Così si presenta sul suo blog Giorgia Penzo, il quarto autore emergente al quale diamo spazio nella Sezione Primavera con il suo Ritratto di dama.

Ritratto di dama

Parigi, notte di San Lorenzo.
Seduta su una panchina di fronte alla cattedrale di Notre Dame, una misteriosa ragazza ha tutta l’aria di aspettare qualcuno.
Uno studente di storia dell’arte – Guillaume – la nota da lontano, apparentemente per caso. Appena incrocia il suo sguardo ha un sussulto: è identica alla famosa Belle Ferronnière ritratta da Leonardo da Vinci, quadro a cui è molto legato.

Sono estranei eppure non si comportano come tali. La complicità che li coglie sin dal primo istante li sconvolge, come se avessero vissuto mille vite insieme da qualche parte nel tempo ma nessuno dei due ne conservasse la memoria. Comincia così – quasi per gioco – la loro passeggiata attraverso la Ville Lumière, mentre le stelle cadenti rigano il cielo. Dal cimitero di Père-Lachaise fino al cortile del Louvre – passando per gli Champs Elysées, dai giardini delle Tuileries e da un bistrot dove tutto pare essersi fermato alla Belle Époque – i due discutono di ciò di cui è fatta la vita: libri, fato, desideri, morte. Ma soprattutto d’amore.

Quello di cui la ragazza non parla è il segreto che custodisce da sempre, in bilico tra il reale e l’impossibile. Chi è lei veramente? Troverà il coraggio di aprire il suo cuore a Guillaume e sfidare il destino?

L’alba incombe, la scelta è vicina. Poi niente sarà più come prima.

L’autrice

Giorgia Penzo, emiliana, è laureata in Giurisprudenza.
Ama il cinema (dove va almeno una volta a settimana), i giochi di ruolo (avete presente Vampire: The Masquerade e D&D?), la mitologia, l’Art Nouveau, divorare biografie di personaggi storici femminili e scappare a Parigi alla prima occasione. È una ragazza nerd nata nel posto sbagliato, nell’epoca sbagliata e laureata alla facoltà sbagliata.

Scrivere è la sua più grande passione e la potete seguire sul suo blog o sui suoi profili Facebook e Twitter.

La casa editrice

CartaCanta è una casa editrice indipendente (e non a pagamento) nata a Forlì nel 2009. Pubblica libri di narrativa italiana e straniera con un occhio di riguardo per la narrazione breve e per i giovani scrittori. Oltre ad avere una raffinata collana di poesia cura anche una collana di saggistica nella quale ama approfondire argomenti di ambito storico e letterario.

—————————————————————————————————————————

LA SCHEDA

Come si intitola? Ritratto di dama
Chi lo ha scritto? 
Giorgia Penzo
Con quale editore? 
CartaCanta (2017)
Quante pagine ha? 
152
Quanto costa? 
Libro €13, eBook € 4,99 
Dove lo compro? Amazon, Kobo, IBS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *