Il mio 2017 in 12 libri

Volete sapere com’è stato il mio 2017? Ve lo racconto in 12 libri.

Pronti? Via!

Gennaio: La famiglia Fang

Di Kevin Wilson (Fazi Editore, 2016)

Di come la follia dei genitori possa rovinare i figli. Un romanzo che alterna risate, stupore e fastidio. Nel frattempo ho visto anche la versione cinematografica con Nicole Kidman e Jason Bateman, ma non mi ha entusiasmato – leggi tutto –

Febbraio: La figlia femmina

Di Anna Giurickovic Dato (Fazi Editore, 2017)

L’esordio col botto di una scrittrice classe 1989. Un romanzo disturbante che mi ha costretto spesso a prendermi delle pause: una storia di violenza casalinga all’interno di una famiglia apparentemente perfetta – leggi tutto –

Marzo: Io non mi chiamo Miriam

Di Majgull Axelsson (Iperborea, 2016)

I romanzi sull’olocausto non mi stancano mai. Questa volta si parla delle persecuzioni, poco note, che hanno subito i rom durante la Seconda Guerra Mondiale – leggi tutto –

Aprile: Lo schiavista

Di Paul Beatty (Fazi Editore, 2016)

Un romanzo dissacrante e politicamente scorretto che mi è piaciuto e non mi è piaciuto. Volete sapere perché? – leggi tutto –

Maggio: Senza coda

Di Marco Missiroli (Feltrinelli, 2017)

Amavo già questo autore dopo aver letto Atti osceni in luogo privato, ma sperare che il mio treno arrivasse in ritardo per avere il tempo di finire un libro non mi era mai successo – leggi tutto –

Giugno: Matrimonio di convenienza

Di Felicia Kingsley (Newton Compton Editori, 2017)

Una storia romantica e mai volgare (che di questi tempi non è banale) da leggere in poche ore e farsi un bel po’ di risate. Felicia Kingsley è giovane e brava a rendere appassionante una vicenda dal lieto fine scontato, grazie alla costruzione di personaggi che lasciano il segno – leggi tutto –

Luglio: Basil

Di Wilkie Collins (Fazi Editore, 2017)

Il primo Collins non si scorda mai – leggi tutto –

Agosto: Lions

Di Bonnie Nadzam (Edizioni Black Coffee, 2017)

“Che fate in questa città? I bagagli”. Questa è la cittadina di Lions dove è ambientata la storia di Leigh e Gordon – leggi tutto –

Settembre: Grande Era Onirica

Di Marta Zura-Puntaroni (Minimum Fax, 2017)

Quando è uscito Grande Era Onirica avevo appena scoperto Il diario di una snob, il blog di Marta Zura-Puntaroni. E così, in un giorno di primavera, ho saputo della sua nascita e mi sono emozionata al pensiero di una giovane scrittrice emergente che prova il piacere di prendere in braccio per la prima volta il suo “bambino” – leggi tutto –

Ottobre: Tutto cambia

Di Elizabeth Jane Howard (Fazi Editore, 2017)

L’anno 2017 verrà ricordato come quello in cui, noi appassionati della saga dei Cazalet, ci siamo dovuti definitivamente congedare dalla storia di questa famiglia indimenticabile. Vi racconto due anni della mia vita scanditi dai Cazalet – leggi tutto –

Novembre: Le nostre anime di notte

Di Kent Haruf (NN Editore, 2017)

Se n’è parlato per tutto l’anno, ma io mi sono decisa a leggerlo solo a novembre e ho fatto in tempo, quindi, a scoprire una delle letture che più mi hanno emozionato in questo 2017 – leggi tutto –

Dicembre: L’ospite d’onore

Di Joy Williams (Edizioni Black Coffee, 2017)

Non ho ancora terminato la raccolta di racconti di colei che è stata definita una delle maestre del racconto americano. Ma mi sono bastati alcuni di questi per farmi capire che L’ospite d’onore farà parlare di sé ancora nel 2018 – leggi tutto –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *