Il bufalo della notte

Il bufalo della notte, di Guillermo Arriaga

Una storia di violenza e follia, quella del bufalo della notte

Quando prendi in mano un romanzo scritto dall’autore di Amore perros e 21 grammi non puoi non aspettarti una storia dalle atmosfere cupe e tragiche.

E così è Il bufalo della notte, da subito.

Guillermo Arriaga scrive un romanzo dove, come previsto, regnano indiscusse la follia, la violenza e un’ambientazione che trasmette desolazione.

Sporco, è l’aggettivo adatto.

Con lo sfondo della confusione della metropoli, Città del Messico, tutto è sporco nelle vicende che legano Gregorio, Manuel e Tania: primo fra tutti il corpo di Gregorio, sporco del suo stesso sangue quando decide, a ventidue anni, di spararsi un colpo in testa con l’obiettivo di liberarsi per sempre dal fiato sul collo del “bufalo” e dal tormento degli insetti che si sono insinuati dentro di lui.

È sporco anche il rapporto fra Manuel e Tania, quello che instaurano per mesi lasciando Gregorio all’oscuro di tutto, preda alla sua schizofrenia.

Sono sporchi i metodi e le procedure con cui la polizia affronta l’arresto di Manuel.

La morte e la difficoltà di ottenere il perdono

Quando Gregorio muore i suoi familiari, così come Manuel e Tania, pensano di essersi finalmente liberati, anche loro, dei demoni che condizionavano l’atteggiamento  del giovane. Tuttavia non è così: la follia di Gregorio continua a perseguitare le vite di tutti attraverso messaggi misteriosi che sembra continuino ad avere come unico mittente Gregorio stesso, attraverso il senso di colpa e l’impossibilità di ottenere un perdono.

Il suo suicidio, al contrario, sembra studiato di proposito per provocare, come unica conseguenza, il contagio di tutti con la sua follia, compromettendo i rapporti di amicizia e, soprattutto, la relazione tormentata e poco sincera fra Manuel e Tania.

Una potenza narrativa, quella di Arriaga, che racconta con schiettezza le vite ai margini, la violenza dell’amicizia, la difficoltà del perdono, con la velocità di una sceneggiatura cinematografica che ipnotizza il lettore/spettatore.

 


LA SCHEDA

Come si intitola? Il bufalo della notte
Chi lo ha scritto? Guillermo Arriaga
Con quale editore? Fazi Editore (marzo 2018)
Quante pagine ha? 276
Quanto costa? 17 euro il cartaceo, 9,99 l’ebook
Qual è il personaggio di questo libro che entra nel Club? Gregorio
Questo libro è adatto per: un viaggio in treno, si legge tutto d’un fiato.


Vuoi acquistare Il bufalo della notte?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *