Slim me bende

L’effetto mummia dell’Estetista Cinica

Anche per me è arrivato il trauma della prova costume: dopo la seconda gravidanza a fine 2016, l’estate 2018 sarà quella in cui non potrò più giustificarmi con le scuse della maternità o dell’allattamento. Ho così deciso di provare il trattamento con bendaggio dell’Estetista Cinica

Ho conosciuto Cristina l’Estetista Cinica grazie a Instagram e ho iniziato ad amarla ufficialmente quando, a un corso di formazione sulla comunicazione, la sua newsletter è stata citata come caso-studio esemplare.

A quel punto, constatata la sua bravura come comunicatrice, ho ritenuto necessario provare a conoscerla veramente non attraverso il volto, la simpatia e il cinismo di Cristina, ma tramite i suoi prodotti in vendita sullo shop online del suo centro estetico Bellavera.

Ho deciso di iniziare dai prodotti per il corpo, tralasciando invece quelli per il viso per il quale necessito di trattamenti specifici anti-macchia che utilizzo da tempo e di cui ormai mi fido pienamente per la mia routine quotidiana.

Le bende slim-me

Ho fatto il test per valutare quale prodotto fosse più adatto alle mie esigenze e, sì, sono uscite le famose “bende”.

Chi segue l’Estetista cinica già sa di cosa si tratta, ma per precisione scientifica incollo la descrizione ufficiale:

È un bendaggio con garze monouso impregnate di una formula a base di sali naturali ad alta concentrazione associati a principi attivi vegetali, con funzione lipolitica, drenante, detossinante e protettiva del sistema microcircolatorio. Il corpo viene bendato completamente con il famoso “effetto mummia” e il trattamento va tenuto in posa per 50 minuti.

Come funzionano?

Ci si misura con il centimetro che viene fornito nel kit, ci si benda trasformandosi in vere e proprie mummie, ci si avvolge nei pantaloni di cartene e ci si rilassa per almeno 50 minuti lasciando le bende libere di fare il loro sporco lavoro.

Ho seguito le istruzioni: mi sono misurata ritrovandomi per un attimo in cerca delle sinapsi per capire come funzionasse il centimetro, scoprendo poi che da un lato misura in cm e dall’altro in piedi. OOOkey.

Poi mi sono bendata, avvolta nel cartene e ho zompettato dal bagno al salotto scoprendo, però, che zompettare al rallentatore per evitare di svegliare i bambini dormienti, in realtà, produce più rumore rispetto a una zompettata alla velocità di un ninja. Mi sono sentita molto sexy, si.

Attenzione: informazione importante!

Dopo aver superato la prova “non svegliare i bambini mentre ti muovi con il cartene addosso”, ho dovuto affrontarne una ben più seria: evitare di macchiare il divano.

Quindi è necessario ricordarsi di bendare anche il divano con quegli adorabili copri-divano che, si sa, tutti utilizziamo, ma nascondiamo quando ci sono gli ospiti perché è risaputo che i copridivano fanno cagare. Ma per precauzione sarebbe opportuno aggiungere anche uno strato di asciugamani, io nel dubbio ho utilizzato la cerata anti-pipì che metto sui materassi dei lettini dei due infanti.

Dopodiché mi sono accomodata facendomi una buona dose di serie tv in attesa che trascorresse il tempo richiesto.

Attenzione: tenere in considerazione la variabile “figlio”!

Quando si ha una bambina di un anno e mezzo poco incline al sonno (per fortuna il primogenito trasmette fiducia da anni e sviene nel letto fino al mattino seguente) bisogna sempre, ripeto, sempre considerare che la cosiddetta “rompipalle” possa interrompere le vostre attività rilassanti programmate quasi sempre in orario serale: fra queste ci sono anche i trattamenti di bellèsssa.

Per fortuna la rompi si è svegliata quando erano ormai trascorsi i 50 minuti e l’unico inconveniente che si è verificato è stato il piccolo laghetto che ho creato sgocciolando vicino al lettino della bambina mentre (ancora bendata e avvolta) provavo a farla riaddormentare.

Perché, ricordiamolo, il cartene protegge, ma non è completamente isolante quindi, sì, si sgocciola un po’.

Sì, ma funzionano?

Facciamo una premessa fondamentale: i trattamenti dimagranti, sgonfianti, anti-cellulite, elasticizzanti eccetera funzionano se applicati con costanza, precisione e, soprattutto, se associati a un’alimentazione sana e almeno un minimo di attività fisica.

State calme: il kit delle bende slim-me contiene anche dei consigli alimentari di una nutrizionista con una dieta iposodica, da seguire per il periodo di utilizzo del trattamento, e un programma di allenamento da svolgere dalle 3 alle 5 volte a settimana.

Quindi vanno bene le bende, ma se vi scassate di cibo dal mattino alla sera non pensiate di avere poi qualche motivo per rivendicare i vostri diritti di consumatrici, con messaggi minatori sui social dell’Estetista Cinica o con recensioni violente sui prodotti che non funzionano. Tenetelo a mente.

Ma la cinica ha pensato anche a questo infilando nel kit un adesivo “sigilla-Nutella” da attaccare ovunque riteniate possano esserci dei rischi di attentato alla vostra dieta.

Abbiamo capito, ma: funzionano?

Non mi aspettavo un miracolo, ma sono soddisfatta

Posso solo parlare per il mio caso specifico: sono mamma di due bambini di 5 e 1 anno e mezzo, lavoro tutto il giorno e ho un marito che rientra dal lavoro solo nel fine settimana quindi è facilmente intuibile che il tempo da dedicare a me stessa è veramente limitato.

Non ho avuto modo di seguire la dieta alla lettera, ma ho comunque delle abitudini alimentari sane che molto si avvicinano ai consigli della nutrizionista.

Non ho avuto modo di effettuare costantemente gli esercizi del programma di allenamento, ma faccio yoga una volta alla settimana e, quotidianamente, corro avanti e indietro tra casa-lavoro-asilo-supermercato e cerco di ridurre al minimo gli spostamenti in auto.

Sapendo che non avrei potuto rispettare tutte le indicazioni previste dal trattamento non mi aspettavo di certo un risultato miracoloso e, in ogni caso, non era questo il mio obiettivo. Quello di cui avevo bisogno era “asciugarmi”, allo scopo di indossare i jeans senza sentirmi stringere in vita e sui fianchi come se fossero di una taglia in meno rispetto alla mia. Insomma, mi aspettavo un risultato adeguato alle mie esigenze e alle mie possibilità.

Quindi, sì, sono soddisfatta.

L’utilizzo delle bende, inoltre, mi ha fatto conoscere anche un altro prodotto entrato ufficialmente nella categoria del “non potrò più farne a meno” ossia l’olio denso da utilizzare come idratante dopo il trattamento, ma anche con molte altre funzionalità che sono spiegate sicuramente meglio sul sito di Bellavera.

Consigli l’acquisto delle bende slim-me?

Sì, senza dubbio. Ma consiglio anche di aver ben chiaro il risultato che si vuole raggiungere.

Parliamo di costi?

Il kit (contenente tutto ciò che vedete nella foto qui sotto) costa 77 euro e lo potete acquistare sullo shop online dell’Estetista Cinica. Ricordatevi che, essendo l’ordine superiore ai 50 euro, non sono previste spese di spedizione.

Ma ricordatevi, soprattutto, che l’Estetista Cinica è un genio del marketing e vi propina spesso dei codici sconto tramite la sua newsletter.

Ma, ancora più importante, IO ho un codice sconto del 10% da regalarvi e che potete utilizzare per acquistare il vostro trattamento bende slim-me.

Il mio codice sconto è questo, fatene buon uso: SIBI-2229-UEXX

kit slim-me bende
Il kit slim-me

Tutte le gif contenute in questo post sono state scaricate da: giphy.com
Le immagini del kit bende sono, invece, prese da bellavera.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *