Mount Trilogy - trilogia erotica

La trilogia erotica è finita e alla fine sorge spontanea solo una domanda…

Con Desire, l’impero del desiderio si è conclusa l’attesa trilogia erotica di Meghan March pubblicata da SEM Società Editrice Milanese

Ogni libro è un’opera di fantasia, ma se vi buttate in una storia erotica sappiate che, a volte, la fantasia supera se stessa: troverete di sicuro della assurdità che vi faranno sorridere, ma questo fa parte dell’intrattenimento

Come avevo già dichiarato i mesi scorsi non mi vergogno a leggere un libro erotico e con la trilogia di Lachlan Mount e Keira Kilgore, infatti, non mi sono vergognata: anzi, mi sono divertita parecchio.

King, un re senza regole

Tutto era iniziato con King, un re senza regole (uscito in Italia il 24 maggio 2018) dove il re è lo spietato malavitoso Lachlan Mount, indiscusso numero uno fra i criminali di New Orleans, colui che dà inizio a un violento ricatto sessuale nei confronti dell’apparentemente ingenua Keira Kilgore, proprietaria di una distilleria di New Orleans che si tramanda da generazioni.

Tuttavia la focosa Keira, con i suoi occhi verdi e la chioma rossa, non è poi così sprovveduta come potrebbe sembrare e questo si capisce da subito: è vero che ha sposato frettolosamente un uomo viscido e poco raccomandabile che l’ha lasciata vedova pochi mesi dopo il matrimonio e ricoperta di debiti a causa dei suoi vizi, ma le modalità con cui ha conosciuto il marito non sono proprio da verginella, come poteva essere l’ormai famosa Anastasia Steele.

È proprio a causa dei debiti di Keira che “The king” interviene nel primo capitolo di questa trilogia: se la donna non vuole perdere la sua distilleria deve solo accettare il ricatto di Mount, ossia diventare sua.

Keira non ha vie di fuga se non vuole mettere in pericolo la sua vita e quella dei propri cari, così accetta di sottostare alle richieste sessuali dell’uomo promettendosi che Mount potrà avere a disposizione il suo corpo, ma non la sua mente.

In tutto questo scopre, però, che il sesso con il cattivone di New Orleans non è poi così male.

Quindi cosa potrà mai succedere tra un uomo e una donna che sono clamorosamente attratti l’uno dall’altra (oltre al sesso, ovviamente)?

Dove c’è un re non può non esserci una regina

Infatti in Queen, la regina indomabile, il secondo capitolo della Mount Trilogy (uscito in Italia il 14 giugno), Keira inizia a tenere testa all’uomo cattivo che, al contrario, si ammorbidisce ed è disposto a cedere su molti punti pur di continuare ad averla. È così che, a sorpresa (di Keira, ma non di noi lettori che lo capiamo da subito), esaudisce uno dei suoi più grandi desideri: partecipare alla Global Whiskey and Spirits Convention di Dublino e far conoscere ai maggiori produttori del settore il suo Spirit of New Orleans.

In quell’occasione Keira, incoraggiata dal suo entusiasmo, da una maggiore sicurezza di sé e da un abbigliamento costoso che mette in risalto la sua particolare e selvaggia bellezza, si muove fra i produttori di whiskey come una vera regina. E Lachlan Mount capirà che sarà la sua unica e vera regina.

Ma nelle favole c’è sempre un momento del lupo cattivo e, al ritorno a New Orleans, un attacco a sorpresa ai danni della coppia farà capire a Mount che neanche l’amore per Keira può consentirgli di abbassare la guardia, mai, per neanche un istante.

L’impero di Lachlan e Keira

Nel capitolo finale della trilogia Desire, l’impero del desiderio (uscito in Italia il 5 luglio) assistiamo a una lunga convalescenza che annoia un po’: siamo abituati al sesso violento, accessori e gadget da bollino rosso e ci ritroviamo, per troppe pagine, ad assistere alle mielose conversazioni di una coppia che sta raggiungendo una semi-normalità (se così si può chiamare la storia d’amore tra un uomo che fredda i suoi avversari senza pietà e una donna che gli ha concesso l’uso indiscriminato del proprio corpo).

Per fortuna arriva il colpo di scena conclusivo che, ovviamente, non si può svelare perché chiude il cerchio di tutta la vicenda: verrà alla luce definitivamente il passato di Mount, le motivazioni che l’hanno trasformato nel criminale più temuto di New Orleans, la sua parte più intima e oscura.

E poi il gran finale che darà risposta a quello che tutti ci siamo chiesti durante la lettura del primo volume: il plug nero e oro avrà portato a termine la sua missione?


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *