Festival della mente - Sarzana

Settembre: si riparte con i festival

Finite le vacanze è tempo di rinfrescare le sinapsi con i primi appuntamenti da non perdere

Si parte con il Festival della Mente in programma a Sarzana (SP) dal 31 agosto al 2 settembre, il fine settimana successivo sarà, invece, il momento del Festival della Comunicazione (Camogli, 6-9 settembre) e del Festival della Letteratura (Mantova, 5-9 settembre)

Il Festival della Mente: 31 agosto / 2 settembre

Il Festival della Mente è giunto alla sua quindicesima edizione e animerà la cittadina dello spezzino per tre giorni ricchi di appuntamenti che ruoteranno intorno al tema centrale di quest’anno: il concetto di comunità.

La comunità sarà analizzata attraverso le sue varie manifestazioni: quella della letteratura e della lingua, quella della scienza, quella dei legami sociali, quella dell’arte.

Più di 60 ospiti italiani e internazionali saranno protagonisti di incontri, letture, spettacoli, laboratori e momenti di approfondimento culturale.

Spazio anche agli incontri per i bambini e ragazzi con un programma dedicato al pubblico in età compresa fra i 4 e i 15 anni.

Festival della mente - Sarzana

Da non perdere

Sono troppi gli incontri che meriterebbero di essere seguiti, ne ho segnati alcuni che metto nella mia lista dei preferiti:

Il “Trio Malinconico” composto da Diego De Silva, Stefano Giuliano e Aldo Vigorito che uniscono musica e letteratura con brani improvvisati, risate e spunti di riflessione (venerdì 31 agosto alle 21.15)

“Jungle Rudy, il solitario e la comunità”: presentazione del romanzo di Jan Brokken uscito in questi giorni per Iperborea Editore (venerdì 31 agosto alle 19.00)

“Storie dalla torre di Babele” la conferenza di due brillanti menti matematiche, Gabriele Lolli e Marco LiCalzi, una conversazione a due voci per raccontare l’esistenza di un popolo che possiede una lingua universale e che accumula conoscenze che restano vere per sempre (domenica 2 settembre alle 19.00).

“Critica 2.0. Comunicare cultura ai tempi del web, una riflessione sul ruolo dell’informazione nel campo della cultura e delle arti, a partire dalla necessità intellettuale e politica di stimolare il pensiero critico (domenica 2 settembre alle 15.00).

Tutto il programma è disponibile sul sito www.festivaldellamente.it


Festival della comunicazione - Camogli

A Camogli il Festival della Comunicazione

Il Festival, ideato con Umberto Eco, diretto da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer e organizzato da Frame, in collaborazione con il Comune di Camogli, quest’anno avrà come tema Visioni e verrà aperto dalla Lectio dell’architetto e senatore a vita Renzo Piano.

Il suo intervento partirà dai tragici fatti della vicina Genova, dalla sua storia e dalla sua natura, stretta tra mare e montagna, dalla bellezza della sua luce e dall’acqua in cui si specchia: temi che richiedono con forza progettualità e attenzione verso le persone e il territorio.

Il Premio Comunicazione 2018 verrà assegnato allo storico Alessandro Barbero, che, con la sua travolgente dialettica e la sua coinvolgente presenza scenica, ci guida alla riconquista della nostra memoria storica, attraverso l’esplorazione del nostro passato e l’interpretazione del nostro presente.

Come sempre grande attenzione ai giovani con l’attivazione di tre progetti in collaborazione con l’Università di Genova, l’Istituto Nautico San Giorgio e il Liceo Da Vigo, che permetteranno ai ragazzi selezionati di collaborare in prima persona alla grande macchina organizzativa del Festival.

Sarà significativa anche la presenza di personaggi femminili d’eccezione: da Francesca Bria, Assessore alle tecnologie e all’innovazione digitale della città di Barcellona, a Evelina Christillin, Presidente della Fondazione del Museo delle Antichità Egizie di Torino, del Teatro Stabile di Torino e di ENIT-Agenzia Nazionale per il Turismo; e ancora le scrittrici Sofia Bignamini, Alessia Gazzola, Silvia Truzzi, Ilaria Tuti e Sofia Viscardi.

Festival della comunicazione - Camogli

Da non perdere

Sicuramente Piero Angela: sabato 8 settembre alle 19 sarà protagonista dell’incontro “Visione: come nascono le immagini del nostro teatrino mentale?”.

Andrea De Carlo, di cui il 3 settembre esce “Una di luna” (edizioni La nave di Teseo), racconta, in chiave ironica ma realistica, la sua visione del rapporto che lo scrittore ha con i tour promozionali dei libri. “Saturazione da incontri, lo scrittore come ostaggio” è in programma venerdì 7 settembre alle 22.

Sabato 8 settembre alle 9 “Colazione con l’autore: la protagonista (della tua vita) che non ti aspetti”: la scrittrice Ilaria Tuti racconta l’interpretazione che ha la donna ha di sé secondo i modelli socio-culturali proposti attraverso il personaggio di Teresa Battaglia protagonista del suo romanzo Fiori sopra l’inferno (Longanesi).

E poi ancora: Pif, Paolo Giordano, Giovanni Allevi, Maria Latella, Carlo Freccero, Dente, Alessandro D’Avenia. E molti altri.

Tutto il programma è disponibile sul sito www.festivaldellacomunicazione.it


Festivaletteratura Mantova

Il Festival della Letteratura di Mantova

Festivaletteratura, giunto alla ventiduesima edizione, si terrà a Mantova da mercoledì 5 a domenica 9 settembre con un ricco palinsesto di appuntamenti dislocati tra piazze, palazzi e altri luoghi della città che ha messo in connessione artisti provenienti da mondi diversi, creato corrispondenze tra scrittori, chiamato all’opera nuovi attori della scena culturale e centinaia di adolescenti.

Il tema centrale saranno le frontiere: non solo per gli oltre trenta i Paesi di provenienza degli artisti e scrittori ospiti quest’anno, ma anche per il concetto di “frontiera” come segno su un foglio di carta che separa stati, genera conflitti, crea e disperde identità nazionali.

Non mancheranno gli eventi tematici: nel segno del giallo, i racconti dal mondo digitale, le scienze, teatro e poesia, arte e, ovviamente, tutti gli appuntamenti dedicati ai ragazzi.

Festivaletteratura Mantova

Da non perdere

La “città in  libri” dell’edizione 2018 sarà Praga che festeggia i cinquant’anni della sua primavera: da segnare gli appuntamenti con gli scrittori cechi Patrik Ouredník e Katerina Tucková, l’incontro su Kafka tra Adriano Sofri e Giorgio Fontana, il percorso notturno nella letteratura gotica praghese al Cimitero Monumentale di Mantova, condotto da Luca Scarlini che, insieme ad Alessandro Catalano, ha curato la biblioteca con circa 300 volumi in consultazione al pubblico per tutto il periodo del Festival.

Il ricco programma dell’evento è consultabile su www.festivaletteratura.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *