Cycling Locations - Lanzarote

L’anno nuovo a Lanzarote

Henning ha quarant’anni, due figli piccoli, una moglie, un lavoro impegnativo e sembra essere nel pieno di una crisi di mezza età

Invece l’escursione in bicicletta, da solo, fra le montagne nere di Lanzarote lo porterà a scoprire che dietro il suo malessere c’è un trauma dimenticato

Uscito a fine giugno L’anno nuovo è l’ultimo romanzo di Juli Zeh pubblicato da Fazi Editore che, dell’autrice tedesca, ha pubblicato nel 2018 Turbine

È il primo dell’anno, Henning ha dormito male non tanto per i festeggiamenti della notte precedente improntati sulle esigenze dei propri figli di quattro e due anni, quanto per i pensieri e i timori che gli hanno interrotto il sonno. Soprattutto LA COSA, quel malessere che è venuto a fargli visita anche a Lanzarote, dove si trova in vacanza con la moglie Theresa e i bambini.

Con tutti i buoni propositi da inizio dell’anno, Henning decide che è tempo di riprendere le buone abitudini come quella di ritagliarsi del tempo per sé: è il momento di mettersi in sella alla bicicletta noleggiata una settimana prima e mai usata e, anche se con un abbigliamento poco adeguato e senza riserve d’acqua, andare a fare un’escursione sulle strade dell’entroterra dell’isola canaria.

Mentre percorre il tragitto che lo porta alla sua meta, le alture intorno al villaggio di Femés, Henning ripercorre con la mente i giorni precedenti e il comportamento un po’ oltraggioso della moglie la sera prima. Si alternano anche alcuni ricordi del passato: l’assenza nella sua infanzia del padre Werner, con qualche flash riportato alla luce solo dalle fotografie, la freddezza della madre, il rapporto ossessivo con la sorella Luna.

È un viaggio faticoso quello che Henning compie attraverso l’isola e, soprattutto, attraverso se stesso. Ma, stremato dalla fatica, arriva comunque in cima a quella salita: sarà l’inquietante nero delle rocce laviche di Lanzarote, sarà la sete o la mancanza di allenamento, ma la mente di Henning inizia a essere poco lucida ed è forse il caso di chiedere ristoro in quella casa dove sembra che le sue gambe lo abbiano portato in automatico.

Forse ha qualche allucinazione, forse è la realtà, ma Henning ha la sensazione di trovarsi in un luogo familiare: il paesaggio, la vista del villaggio ai suoi piedi e quella casa gli ricordano qualcosa, eppure è la prima volta che mette piede a Lanzarote. Solo quando Lisa, la proprietaria, dopo avergli offerto cibo e acqua gli mostra il pozzo sul retro, allora si accende una lampadina in quella testa ingarbugliata di ricordi.

L’anno nuovo è un romanzo magnetico dal quale non è possibile staccarsi: ci si mette in sella con Henning e si sente, come lui, l’esigenza di arrivare alla meta per scoprire cosa è successo nel suo passato da rendergli il presente così doloroso e faticoso.

I ricordi del passato più e meno recente raccontati insieme agli sforzi della pedalata, con le atmosfere del paesaggio lunare, misterioso e meraviglioso di Lanzarote, sono un vero piacere per il lettore. E per chi, come me, ha avuto la fortuna di visitare questa “isla diferente”, sembra di ritrovarsi lì, in quelle strade immerse nel nulla, circondate da rocce nere fra le quali spiccano i muri bianchi delle case, il verde dei cactus e, dietro una curva, l’azzurro dell’Atlantico.

Non sono, però, solo le descrizioni dei paesaggi, ma anche quelle delle emozioni, della sofferenza di un adulto, di quelle di un bambino, la sete, gli odori: tutto viene raccontato da Juli Zeh in modo da farci sentire lì in quel momento, insieme ai protagonisti con la voglia di aiutarli in qualche modo, senza riuscire a farlo.


LA SCHEDA

Come si intitola?
L’anno nuovo
Chi lo ha scritto? Juli Zeh
Traduzione di Madeira Giacci
Con quale editore? Fazi Editore (giugno 2019)
Quante pagine ha? 178
Quanto costa? 18,50 euro il cartaceo, 9,99 l’ebook
Qual è il personaggio di questo libro che entra nel Club? Lanzarote
Questo libro è adatto per:  un viaggio introspettivo e, magari, per farsi venire la voglia di un viaggio a Lanzarote


L'immagine in evidenza proviene da cyclinglocations.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *