la morale del centrino

La morale del centrino

“Ovvero come sopravvivere a una mamma siciliana” è il sottotitolo di questo romanzo di Alberto Milazzo, pubblicato da SEM

Un omaggio, ma anche un racconto dissacrante della tipica mamma siciliana: luoghi comuni descritti con grande ironia per sottolineare le distanze generazionali e le rigide tradizioni

A come Amore

Perché innanzi tutto c’è l’amore materno, non dimentichiamolo, anche se manifestato in modi un po’ particolari. Manon incarna tutte le caratteristiche della mamma siciliana: se potesse friggerebbe anche la colazione, l’uncinetto è un’estensione delle sue mani, la chiesa (non monumentale, mi raccomando) è una seconda casa, il pettegolezzo farcito di lodi nei confronti dei figli è all’ordine del giorno.

L’unica felicità possibile è la media delle nostre infelicità

Il problema è che Manon è eternamente infelice, basta una telefonata dei figli per immaginare tragici scenari che portano inevitabilmente alla morte di qualcuno, sopratutto dopo che uno si è trasferito per lavoro a Milano, l’altro si è sposato una vipera e l’unica femmina si è fatta scappare il fidanzato promesso sposo.

Ma la più grande infelicità di Manon è dovuta a due ragioni, il pilastro dei principi di una madre siciliana: nessuno dei tre figli è riuscito a raggiungere una posizione sociale che gli consenta di regalarle una casa, ma soprattutto uno dei tre è gay, nello specifico quello “di Milano”. L’apoteosi del disastro sociale.

B come Babbo

Quello che vive nell’ombra, che si aggira fra le stanze come uno sconosciuto, quasi “un ostaggio in casa propria”, che cerca di non scontentare nessuno (in particolare la moglie) e, forse, vive meglio di tutti.

Il babbo era un uomo talmente riservato che ti veniva da dargli del lei quando ci raggiungeva a tavola per il pranzo

C come Centrino

Perché un centrino è sempre presente nella casa di una Manon: e non è solo un oggetto decorativo, ma uno stile di vita, un modo per capirne il senso. Perché il miglior consiglio che una madre possa dare ai propri figli è quello di cercare non di sbrogliare i dubbi della vita, ma di cavalcarli e andare avanti attraverso gli intrecci.


LA SCHEDA

La morale del centrino

Come si intitola?
La morale del centrino
Chi lo ha scritto? Alberto Milazzo
Con quale editore? SEM libri (giugno 2019)
Quante pagine ha? 140
Quanto costa? 12 euro il cartaceo, 7,99 l’ebook
Qual è il personaggio di questo libro che entra nel Club? Manon
Questo libro è adatto per:  ridere e trovare qualche suggerimento per affrontare le difficoltà che sorgono dalle distanze generazionali coi genitori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *