Piccola Farmacia Letteraria

La Piccola farmacia letteraria

A Firenze un piccolo spazio di cura dello stato d’animo con dei farmaci particolari: i libri

Ecco un esempio di come sia possibile reinventarsi rispolverando il proprio sogno chiuso in un cassetto: Elena Molini mi ha raccontato come, un anno fa, ha dato vita alla sua Piccola Farmacia Letteraria

“Volevo aprire una libreria, ma serviva un’idea particolare per sopravvivere nella fauna del settore (che non se la passa già molto bene)”. È così che con i numeri alla mano, la giusta dose di incoscienza, il supporto della sorella Ester e dell’amica Deborah (entrambe psicologhe), a dicembre 2018 Elena ha inaugurato questo piccolo spazio dedicato non solo ai libri, ma soprattutto alla cura di disturbi e malesseri attraverso i libri.

Cosa ti ha ispirato l’idea di una farmacia letteraria?

“Ho lavorato per tre anni in una catena della grande distribuzione e ho imparato a conoscere il cliente, a capire cosa cerca. Quando il cliente entra nelle grandi librerie ha già le idee chiare o desidera stare da solo (io stessa lo faccio), quando al contrario entra in una piccola libreria va alla ricerca del rapporto umano con il libraio. Così, con l’aiuto di mia sorella e Deborah, ho pensato ai libri come cura.

La Piccola Farmacia Letteraria conta novanta categorie suddivise in macro aree, fra malesseri più seri (come la depressione e il lutto) e altri disturbi più scherzosi (come l’innamoramento). Il bugiardino guida il lettore nella scelta del testo a lui più indicato, viene realizzato su misura per il libro a cui è applicato e contiene indicazioni, posologia ed effetti collaterali. I libri vengono catalogati in base a come possono trattare e curare quel determinato disturbo”.

Hai una clientela fissa o anche turistica?

“La Piccola Farmacia Letteraria si trova in una zona non propriamente turistica di Firenze ed è nata per essere una libreria di quartiere, proprio per il suo scopo primario che è quello di privilegiare il rapporto tra libraio e lettore. Tuttavia nei mesi, grazie ai passaparola, ai media tradizionali e soprattutto ai social media, nel fine settimana in particolare la libreria è frequentata molto dai turisti che vengono qui apposta per noi, oltre alla clientela fissa che ci fa visita invece regolarmente durante la settimana”.

Piccola Farmacia Letteraria

Domanda a bruciapelo: come vanno gli affari?

“Gli affari vanno bene (nei mesi estivi abbiamo anche aperto un temporary shop a Pietrastanta) perché la fama che stiamo costruendo è basata principalmente sul rapporto di fiducia che si è venuto a creare con i nostri clienti, allo scambio e al tipo di approccio diverso che abbiamo saputo dare al locale”.

Quale libro consiglieresti a chi sta pensando di mollare tutto per ripartire dall’inizio e provare a realizzare un sogno?

“Un libro che mi ha aiutato durante un’estate di difficoltà, si intitola Avviso ai naviganti di Annie Proulx, vincitore del Pulitzer e del National Book Award, uscito nel 1993 e ripubblicato recentemente da Minimum Fax. È la storia di un uomo che, tra piccole gioie e molte frustrazioni, conduce una vita normale. Il giorno in cui viene licenziato torna a casa e scopre che anche la moglie lo ha scaricato, lasciandolo solo con le due figlie. Anziché scoraggiarsi il protagonista si rimbocca le maniche, si trasferisce in un piccolo paesino isolato, ritrova se stesso e riprende possesso della sua vita. Una splendida storia di rinascita e di come sia possibile reinventarsi nonostante le difficoltà”.

Anche tu hai fatto lo stesso…

“Sì, anche per me è andata così. Ma vorrei fosse chiaro che, insieme alla piccola dose di incoscienza che mi ha dato la spinta finale per ripartire, prima di aprire La Piccola Farmacia Letteraria ho studiato i numeri, ho fatto tutte le valutazioni economiche e analizzato la fattibilità del progetto. Perché va bene buttarsi, ma comunque bisogna farlo con un approccio realistico”.

Come tutte le librerie che si rispettino anche la Piccola Farmacia Letteraria, pur essendo “piccola” accoglie eventi e presentazioni di libri. Fra le più recenti iniziative da segnalare c’è Libri su misura.

“L’appuntamento è nato in occasione della manifestazione L’eredità delle donne (che si è tenuta dal 4 al 6 ottobre a Firenze), durante la quale è stato possibile prenotare una sorta di consulenza gratuita con le psicologhe, per individuare il testo adatto a rispondere allo stato d’animo e alla situazione esistenziale del lettore. Questo appuntamento verrà riproposto periodicamente all’interno della libreria senza alcun obbligo di acquisto del libro che verrà “prescritto” dalle consulenti”.


Vuoi visitare la libreria?

La Piccola Farmacia Letteraria si trova in via di Ripoli 7R, Firenze.

C’è anche un sito dove puoi trovare tutte le informazioni:
www.piccolafarmacialetteraria.it


Il consiglio di Elena

Avviso ai naviganti


Avviso ai naviganti
di Annie Proulx
Edizioni Minimum Fax

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *