Eichmann, dove inizia la notte

Eichmann, dove inizia la notte

Un dialogo tra la scrittrice Hannah Arendt e il gerarca nazista Adolf Heichmann

Lettura breve di un atto unico scritto da Stefano Massini e pubblicato da Fandango

Stefano Massini, scrittore e saggista, ha immaginato un dialogo tra Hannah Arendt e Adolf Heichmann dando vita a questo atto unico che si legge in un attimo, perché il libro è breve, ma soprattutto perché la conversazione tra questi due personaggi non può essere lasciata a metà.

Hannah Arendt, senza troppe presentazioni, è autrice del saggio La banalità del male, resoconto interrogatori al gerarca nazista Adolf Eichmann, catturato a Buenos Aires e processato in Israele per accusa di genocidio nel 1961.

Eichmann, dove inizia la notte è un botta e risposta tra chi cerca di ricostruire le origini del male e chi, invece, ricostruisce i passaggi della “soluzione finale” come un atto compiuto per dovuta responsabilità nei confronti del proprio ruolo.

C’era una procedura da seguire, c’erano delle alternative possibili (come il Madagascar, per esempio), poi è andata così: come se l’Olocausto fosse stato semplicemente il risultato di una procedura amministrativa decisa e deliberata.

“Potevamo prenderli tutti e spostarli nel Madagascar. Non è un posto a caso: avevo già pronto un piano. Le navi. Tutto studiato. Tutto predisposto. I dettagli. Era una soluzione idonea. Più che idonea. Un’isola. Lontana. Buon clima. Bel paesaggio. Avremmo risolto il problema”.

E la freddezza delle parole con le quali Eichamann ricostruisce la sua vita, la sua fedeltà al suo incarico e lo svolgimento dei fatti, la sua dichiarazione di non aver mai ucciso nessuno personalmente, tutto questo lascia impotenti. Perché rende l’idea di come tutti siamo solo piccoli ingranaggi di di un sistema che può andare avanti con o senza il nostro consenso.

Eichmann, dove inizia la notte è una lettura che consiglierei in ambito scolastico: in poche pagine e con grande semplicità riporta la ricerca di una spiegazione dei fatti storici e le risposte reali che sono state presentate da uno dei veri protagonisti di un momento cruciale della storia contemporanea che rischia, ogni giorno, di essere dimenticato.


LA SCHEDA

Come si intitola?
Eichmann, dove inizia la notte
Chi lo ha scritto? Stefano Massini
Con quale editore? Fandango (2020)
Quante pagine ha? 115
Quanto costa? 12 euro il cartaceo, 4,99 l’ebook
Qual è il personaggio di questo libro che entra nel Club? Hannah Arendt
Questo libro è adatto per: una riflessione sull’evoluzione dei fatti storici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *