il taccuino delle cose non dette

Il taccuino delle cose non dette

Tutti mentiamo sulle nostre vite, e se iniziassimo a dire la verità?

Il romanzo di Clare Pooley è uscito il 3 giugno per Mondadori

Il taccuino delle cose non dette nasce dall’esperienza personale dell’autrice diventata celebre per il suo blog The sober diaries: anche lei come Alice, una dei protagonisti di questo libro, nascondeva una verità sulla sua vita apparentemente perfetta.

Il taccuino delle cose non dette

Sei sconosciuti che non hanno nulla in comune si ritrovano improvvisamente avvicinati da una serie di coincidenze che proprio casuali non sono: perché le loro vite risultano legate da un taccuino che Julian, un eccentrico anziano con un passato da artista, decide di abbandonare in un bar di Londra, il bar di Monica.

Vi racconto Il taccuino delle cose non dette in tre parole.

A come Apparenze

I protagonisti de Il taccuino delle cose non dette hanno una sola cosa in comune: mentono sulle loro vite. Il quaderno verde di Julian diventa così il “luogo” in cui ognuno di loro riesce a raccontare la verità che smentisce le apparenze. Il primo a raccontarsi è proprio Julian, poi sarà il turno di Monica e, a leggere la sua verità, sarà poi Hazard che porterà a Londra Riley. E così via, in una catena di eventi che sconvolgerà le loro vite nel bene e nel male.

B come Bugie

E sarà proprio il male a portare a galla le bugie di ognuno di loro, tuttavia le sofferenze che ne derivano saranno necessarie a migliorare le loro vite lasciando intendere che, in fin dei conti, è sempre meglio dire la verità.

C come Colpi di scena

In questa storia lieve, romantica e positiva, non mancano i colpi di scena che ribalteranno quello che potrebbe sembrare già scontato.

Le cose non dette sono tante, ma anche quelle dette, quelle scritte nello spazio non contestualizzato di un taccuino, alla fine risultano incomplete e interpretabili diversamente a seconda di chi le leggerà. Questa è una storia si sviluppa naturalmente seguendo la catena degli eventi casuali e di quelli provocati, creando un intreccio perfetto per le vite del gruppo di amici.


LA SCHEDA

il taccuino delle cose non dette


Come si intitola?
 Il taccuino delle cose non dette
Chi lo ha scritto? Clare Pooley
Con quale editore? Mondadori (2020)
Quante pagine ha? 360
Quanto costa? 9,99 euro il cartaceo copertina rigida, 18 il cartaceo
Qual è il personaggio di questo libro che entra nel Club? Julian, l’artefice di tutto
Questo libro è adatto per: chi ha voglia di positività e di qualcuno che gli dia una pacca sulla spalla dicendogli che non tutto è perduto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *