Vi ricordate del Campionato dei lettori indipendenti? L’iniziativa, nata nel 2016 da un’idea della Libreria Volante di Lecco, che coinvolge lettori e librerie indipendenti di tutta Italia. In sostanza il lettore sfida se stesso a leggere 100 libri in 365 giorni (ma si può scegliere di fermarsi anche a 35) e, con le apposite schede, registra le proprie letture (e il relativo acquisto) presso le librerie che partecipano. Il problema è che nella mia città non ci sono librerie indipendenti che possano aderire quindi io ho deciso di sfidarmi lo stesso e di provare a leggere nel 2017 più categorie di libri possibili.leggi tutto

Voglia di thriller italiano? È da un po’ di settimane che vorrei parlare di questo libro che, ormai, non è proprio una novità fresca, se si considera che è uscito a gennaio. Tuttavia ho messo da parte il mio scetticismo e ho deciso che, sì, Dalia è un personaggio che vorrei far entrare nel mio club. È lei la protagonista di “Com’è giusto che sia” il thriller di Marina Di Guardo (Mondadori, 2017). E l’ho scelta per il club perché è un personaggio dai volti diversi, con la sua doppia vita e quella corazza che nasconde la fragilità di un passato doloroso.leggi tutto

Oggi parliamo di copertine belle Dopo la prima puntata dedicata alle copertine trash, oggi voglio assegnarvi un compito più facile: potete sbizzarrirvi con le immagini più belle che trovate nella vostra libreria. Si sa che l’occhio vuole la sua parte e confesso che, molto spesso, acquisto i libri attirata dalla loro copertina ma, per fortuna, raramente mi capita di rimanere delusa anche dal contenuto. Una delle delusioni maggiori è N-W di Zadie Smith: un’edizione Mondadori decisamente non economica con una copertina strafiga eppure la storia con me non è mai decollata. Chi mi segue su Instagram avrà già un’idea di quali siano le mie preferiteleggi tutto

Qual è la vostra copertina trash? Oggi è venerdì e sono solita trattare argomenti leggeri. Ho deciso momentaneamente di lasciare da parte la rubrica dei romanzi rosa, un po’ perché sono a corto di idee e un po’ perché finirei per raccontarvi sempre la solita storia d’amore moderna, dove non è il principe azzurro a salvare la principessa bensì la femmina crocerossina che tenta di placare l’uomo tormentato dal passato e mai sazio di sesso. Sia chiaro io leggo anche queste storie, ma l’argomento che vi propongo da questo venerdì mi appassiona altrettanto. Sto parlando delle copertine dei libri. I lettori dotati del magico potereleggi tutto

Fino al 16 aprile è attiva la campagna di crowdfunding su Eppela Ho conosciuto Geeko Editor per caso: vagavo sui social e ho iniziato a seguirli, lo ammetto, distrattamente dando, però, anche un occhio al loro sito dove scopro, questa volta con più attenzione, il loro progetto d’impresa nell’ambito dell’editoria digitale. Poi un giorno mi scrive Alba e mi presenta meglio questa idea di salotto letterario 2.0 e capisco che, dietro, c’è tanto lavoro, ma soprattutto tanta passione e tanta voglia di crederci da parte delle tre menti: Alba Grazioli, editor e web designer, Lidia Verdone, grafica, e Fabio Antinucci, responsabile della comunicazione. Per questo ho deciso dileggi tutto