Ci siamo, il momento è arrivato: domani uscirà Allontanarsi, il quarto volume della saga che narra le vicende della famiglia Cazalet, conosciuta nei precedenti libri Gli anni della leggerezza, Il tempo dell’attesa e Confusione. Insieme a questo nuovo capitolo, che noi fan aspettavamo con ansia, Fazi Editore ci delizia anche con l’uscita della prima biografia dedicata all’autrice Elizabeth J. Howard intitolata Un’innocenza perduta (di Artemis Cooper). Una doppia uscita da non lasciarsi scappare. Per far ingannare l’attesa e arginare l’astinenza dei lettori appassionati dei Cazalet, l’editore ha creato un evento su Facebook dedicato alla pubblicazione di contenuti vari sulla saga. Ultimo in ordine cronologico è il “dove eravamo rimasti”Continua a leggere

Questa settimana voglio nominare socio onorario del Club la simpatica Precious Ramotswe, protagonista della serie Ladies’ Detective Agency n. 1 di Alexander McCall Smith. Le lacrime della giraffa è il secondo libro della serie dei casi della simpatica detective fondatrice della prima e unica agenzia investigativa del paese, la Ladies’ Detective Agency n.1, nonché promessa sposa del signor JLB Matekoni, proprietario dell’officina Speedy Motors di Tlokweng Road e “meccanico di fiducia di sua eccellenza l’Alto commissario britannico nel Botswana”. Nelle riflessioni legate alle risoluzioni dei casi (pochi in realtà, come ammette la stessa protagonista) la signora Ramotswe si lascia spesso trasportare da pensieri sui problemi quotidianiContinua a leggere

Oggi festeggiamo il compleanno di Elisabeth Jane Howard, scrittrice londinese scomparsa nel 2014. Dalla sua biografia si apprende che ebbe una vita privata burrascosa prima in famiglia, a causa della depressione della madre e delle molestie subite dal padre, poi nell’età adulta costellata da una schiera di amanti e mariti. Della sua esperienza personale si trovano evidenti tracce nei suoi romanzi, in particolare in molti personaggi femminili della saga dei Cazalet, la sua opera di maggior successo.Continua a leggere

Oggi è il compleanno di Bret Easton Ellis, scrittore americano famoso per il romanzo cult degli anni Novanta American Psycho. Ma non è lui che voglio far entrare nel Club, nonostante abbia apprezzato anche Meno di zero, il primo romanzo che gli ha dato successo, e il seguito di questo Imperial bedrooms. Chi voglio aggiungere ai personaggi che mi hanno fatto compagnia e sono diventati parte della mia vita è Patrick Bateman, il cattivissimo protagonista di American Psycho, lo yuppie ambizioso, egocentrico, narciso, palestrato, superficiale e malato, tanto malato. Malato di sesso, di droga, di notti folli e, soprattutto, malato di mente. Me lo sono pure sognato unaContinua a leggere