Volo di paglia

“Volo di paglia” e l’innocenza dei bambini: l’estate del fascismo e quella della memoria

Volo di paglia è il primo romanzo di Laura Fusconi, uscito il 30 agosto per Fazi Editore: il racconto malinconico di vite legate dagli eventi con lo sfondo della campagna piacentina

La trama

Volo di paglia è un gioco: quello dei bambini di paese abituati ad avventurarsi fra i boschi e nei campi sfruttando la natura a proprio divertimento. È uno dei passatempi più spassosi e, allo stesso tempo, pericolosi preferiti da Tommaso, Camillo e Lia che insieme trascorrono l’estate del 1942 nella campagna piacentina, in parte ignari delle gesta violente e intimidatorie degli squadristi fascisti presenti nella zona.

Volo di paglia - Laura Fusconi

Proprio Lia, la più bella della classe, è figlia di Gerardo Draghi, il ras della zona che non nasconde la sua arroganza e la sua insofferenza verso i suoi avversari. Intorno a lui un’ombra di cattiveria che si manifesta fra le mura di casa e nella torre di Montebolzone. Tutti sanno, alcuni fingono di non sapere, altri vorrebbero parlare: Camillo, in particolare, è combattuto fra l’odio nei confronti di Draghi e l’amore che prova per la sua compagna di giochi Lia.

Volo di paglia è anche uno dei giochi preferiti di Luca e Lidia che abitano e vivono gli stessi luoghi che, cinquant’anni prima, furono sede di eventi tragici. In quel giugno del 1998 al paese arriva anche Mara, di ritorno dopo otto anni da quell’estate in cui conobbe il vero amore, ma anche il vero dolore.

Un gioco a incastri un po’ troppo costruito, ma con una scrittura piacevole

Volo di paglia racconta la storia degli incastri fra personaggi vissuti in epoche diverse, ma ancora legati fra loro dal filo degli eventi e dal collante indissolubile dei ricordi: da Camillo a Luca, da Gerardo a Mara, che sembrano così distanti fra loro, ma le cui vite, si scoprirà in seguito, sono strettamente correlate.

Il romanzo di esordio di Laura Fusconi (classe 1990) è da leggere senza sosta proprio per la curiosità di capire come possano legarsi le vicende raccontate nel 1942 a quelle del 1998. Una struttura della vicenda che non nasconde di essere stata costruita appositamente per far tornare tutti gli incastri, ma con una narrazione gradevole, poetica che ben esprime gli stati d’animo malinconici dei personaggi e fa respirare l’atmosfera dell’estate caratteristica delle campagne di pianura.


LA SCHEDA

Come si intitola? Volo di paglia
Chi lo ha scritto? Laura Fusconi
Con quale editore? Fazi Editore (30 agosto 2018)
Quante pagine ha? 240
Quanto costa? 15,50 euro il cartaceo, 7,99 l’ebook
Qual è il personaggio di questo libro che entra nel Club? Mara, personaggio fresco e, allo stesso tempo, tormentato dal dolore che non se ne vuole andare
Questo libro è adatto per: un fine settimana in campagna, sdraiati al fresco, ricordando i giochi di bambini


Vuoi comprare “Volo di paglia”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *